Sei qui: HomepageNews

Voucher di 10 Mila euro per la digitalizzazione delle PMI

E' stato firmato il decreto decreto 145/2013 che prevede incentivi, sotto forma di voucher, con il seguente scopo "misure per favorire la digitalizzazione  e la connettività delle piccole e medie imprese" italiane. I voucher potranno essere di massimo 10 mila euro e costituiscono un un contributo a fondo perduto fino a una copertura del 50% del progetto. I fondi, circa 100 milioni di euro, saranno a breve ripartiti in base a dei criteri tra le nostre regioni.  

I voucher di 10 mila euro

Si tratta del contributo di cui all’articolo 6, decreto 145/2013, conv. con la L 9/2014, inserito fra le “misure per favorire la digitalizzazione e la connettività delle piccole e medie imprese“. Un buono spesa destinato a micro-imprese e PMI:
«per l’acquisto di software, hardware o servizi che consentano il miglioramento dell’efficienza aziendale, (la modernizzazione dell’organizzazione del lavoro, tale da favorire l’utilizzo di strumenti tecnologici e forme di flessibilità, tra cui il telelavoro), lo sviluppo di soluzioni di e-commerce, la connettività a banda larga e ultralarga».

Con successivo decreto del Ministro dello sviluppo economico, di concerto con il Ministro dell’economia e delle finanze saranno stabiliti lo schema standard di bando e le modalità di erogazione dei contributi. stabiliranno l’ammontare dell’intervento a valere sui Fondi Strutturali europei per non oltre 100 milioni di euro, nonché lo schema standard del bando e le modalità di erogazione dei contributi.

Modalità di richiesta Voucher

Per presentare la domanda le imprese dovranno disporre di un indirizzo di posta elettronica e della firma digitale del legale rappresentante o di un suo delegato. L’erogazione del contributo avverrà in un’unica soluzione, ma in ogni fase il ministero dello Sviluppo potrà effettuare controlli e ispezioni al fine di verificare l’effettiva acquisizione dei beni o dei servizi oggetto del voucher.

Al momento si è in attesa della comunicazione dei termini e delle modalità di presentazione delle domande che saranno definiti con un Decreto direttoriale del MISE.

Incentivi fiscali per la banda larga

Sono inoltre previsti incentivi fiscali per promuovere la diffusione dei servizi di connettività digitale presso le Pmi. Si tratta di un’agevolazione per gli interventi volti ad assicurare una connessione digitale veloce da 30 Megabit in su. La detrazione di imposta è del 65% per un massimo di 20.000 euro, per gli interventi di rete fissa o mobile

News dalla Regione

Sistema Puglia
    Go to top