Sei qui: HomepageNews

Aiuti ai Servizi di Consulenza per l'Innovazione Tecnologica delle PMI

Finanziamenti Puglia

Servizi per l'innovazione tecnologica.

Ecco il nuovo bando della Regione Puglia per le imprese che vogliono innovare.
Dieci milioni di euro per favorire i servizi di consulenza per l'innovazione tecnologica nelle piccole e medie imprese. È questo l'ultimo impegno della Regione Puglia per completare la filiera degli incentivi per innovazione e ricerca.

Per info e consulenza contatta SPS Team

Il nuovo avviso sostiene lo sviluppo ed il rafforzamento delle piccole e medie imprese attraverso l'acquisizione di servizi specialistici (quindi consulenze) a supporto dell'innovazione tecnologica.
In particolare saranno agevolati i servizi di supporto all'innovazione di prodotto nella fase di concetto (in pratica l'idea innovativa); i servizi tecnologici di progettazione per l'innovazione di prodotto e di processo produttivo; i servizi tecnologici di sperimentazione (quindi prove e test); i servizi di gestione della proprietà intellettuale (quindi i brevetti); gli studi di fattibilità per la realizzazione di progetti di ricerca industriale, sviluppo sperimentale, trasferimento tecnologico; i servizi per l'efficienza ambientale ed energetica.

Alla base del nuovo intervento la convinzione che sostenere la domanda di innovazione espressa dalle imprese le aiuta a diventare più competitive reagendo meglio alle sfide del mercato nazionale e internazionale.
Le aziende possono partecipare al bando singolarmente o associate in una rete o in un consorzio costituiti ciascuno da almeno tre imprese. L'intensità di aiuto è del 60% se si tratta di micro o piccole imprese organizzate forma singola, stessa intensità se si tratta di reti di Pmi; l'aiuto sarà pari invece al 50% dell'investimento se l'azienda è media e si presenta singolarmente. Le candidature devono prevedere un investimento minimo di 15mila euro per le microimprese, di 25mila euro per le piccole imprese, di 30mila euro per le medie imprese e di 40mila euro per le reti o i consorzi.

Le attività ammesse a finanziamento dovranno avere una durata massima di 12 mesi a partire dalla data di inizio attività.

L'avviso è gestito dall'area Politiche per lo Sviluppo, il Lavoro e l'Innovazione, servizio Ricerca industriale e Innovazione che si avvale della società in house InnovaPuglia in qualità di organismo intermedio per la gestione e l'attuazione delle attività.
Il bando, già pubblicato sul Bollettino ufficiale della Regione Puglia, è disponibile sul portale www.sistema.puglia.it.

La procedura on-line sarà disponibile a partire dalle ore 15.00 del 2 luglio 2012. -

Fonte: Ufficio Stampa del sistema Puglia
Aree Tematiche: Bando Aiuti ai Servizi, Sistema Puglia, Area Politiche per lo Sviluppo
Redazione: Redazione Sistema Puglia

News dalla Regione

Sistema Puglia
    Go to top