Sei qui: Homepagee-Commerce finalizzati all’export

e-Commerce finalizzati all’export

Come un'Azienda può creare un sito di e-Commerce con la vocazione all’export

 

Sembra un piccolo miracolo economico: l’avvento dell’e-Commerce permette ad ogni azienda, di qualsiasi dimensione essa sia, di diventare istantaneamente esportatrice in un qualunque posto del pianeta. Ma la maggioranza della aziende, se non tutte, denunciano che le vendite del loro e-Commerce comunque continuano a provenire dal proprio paese di origine.

Questa problematica nasce dal fatto che rivolgersi ad un pubblico internazionale non è così facile e semplice come dire “Se mi faccio un e-Commerce i clienti proverranno da qualsiasi parte del mondo. ”

La risposta per attrarre le vendite internazionali sul proprio sito di e-Commerce richiede un analisi sul come si debba crearlo e costruirlo, la buona notizia è che fare un e-Commerce con la vocazione all’export e quindi al commercio al di fuori del proprio paese di origine, se si adottano certi accorgimenti, può essere più facile di quello che si immagina.

Traduzione della lingua: prima di tutto un sito multilingue

Mentre molto persone in altri stati e nazioni parlano inglese come seconda lingua, questa non è una regola universalmente valida, ed in aggiunta non tutti trovano confortante e rassicurante fare affari o acquisti in una lingua diversa dalla quella madre. Sebbene alcuni browser, come Firefox o Chrome, forniscano traduzioni per siti stranieri, gli owner di brands ben congeniati non dovrebbero incorrere nell’errore di vendere i prodotti e l’immagine della propria azienda attraverso una traduzione generica e casuale.
La società Clarity Ventures, Inc. racconta e descrive come questo accorgimento abbia aiutato la Walt Disney World Florida, un ben definito e conosciuto brand internazionale, a conquistare in maniera più efficace clienti di lingua spagnola, attraendoli a visitare il parco tematico in Florida.

“Ogni parte del sito web è stata completamente tradotta,” dice l’articolo sul sito web di Clarity Ventures’. “Il sito è anche orientato al mobile, in modo da attrarre i residenti non solo parlando la stessa lingua, ma anche nel browser che preferiscono. Noi abbiamo combinato questi accorgimenti con il brand vincente della Disney”.

Policy di acquisto e spedizione chiare: secondo aspetto regole chiare e visibili a tutti

Non importa solo quale lingua gli shopper internazionali parlino, se essi vivono fuori dall’Italia o dall’Europa dovranno inoltre pagare in una moneta che non è la loro e richiedere una consegna particolare. Questi sono tutti ostacoli da superare ed il modo più semplice per farlo è rendere il più invitante e semplice possibile la navigazione sullo store online. “Non seppellire le Policy di spedizioni in una recondite sezioni FAQ, l’area help è una delle cose più complesse da posizionare in un e-Commerce” questo è quello che consiglia un noto e-Commerce come iGlobal Stores. “Fai ogni sforzo per rendere semplice per gli utenti trovare la sezione delle Policy di spedizione, inserendo il link a queste informazioni in modo ben visibile ed in ogni pagina dello store online.”
In aggiunta, l’azienda dice, ci si accerti che le policy siano ricercabili all’interno dello store, e si includa una lista completa di stati e nazioni dove è possibile effettuare spedizioni.

Target Market e Localizzazione: terzo aspetto marketing targettizzato e localizzazione del business

Ogni stato è un mercato differente, e quindi richiede un proprio preciso marketing. “In un mondo ideale ad un venditore piacerebbe vedere che i propri prodotti ed i propri servizi vadano a gonfie vele in ogni territorio” dice una famosa società di marketing digitale chiamata eConsultancy. “Ma ci sono così tante cose da considerare quando ci si espande su nuovi mercati che un approccio one-size-fits-all (a taglia unica) non è appropriato.”
Quando si considerano nuovi mercati internazionali, eConsultancy suggerisce di porsi una serie di domande.

“I presupposti del mercato possono essere simili? le condizioni base del mercato sono giuste? I costi di logistica e di consegna e spedizione sono sostenibili? Che lingua si deve usare?” eConsultancy risponde. “[A] E’ importante realizzare una significativa ricerca di mercato sulla domanda e su chi compone il target del prodotto/servizio in un nuovo mercato.
Condurre questa ricerca e considerare la domanda potenziale in base a differenti indicatori di performance potrebbe infine determinare la scalabilità di un business nel territorio che si sta considerando.”

Certo potrebbe non importare come un sito di e-Commerce appaia, perché quello che interessa e che gli shopper di tutto il mondo lo trovino e lo usino. Ma tradurre sapientemente il proprio brand in alter lingue, avere chiare, semplici ed evidenti le policy di spedizione ed infine localizzare il marketing del tuo sito di e-Commerce non solo facilita le transazioni degli shopper, ma dice qualcosa in più su un’azienda — in sintesi trasmette a chi visita l’e-Commerce la sua vocazione al business internazionale. Questo è un aspetto positivo, una sorta di approccio al servizio clienti vecchio stile fatto su scala globale.

FONTE: FORBES

Go to top