Sei qui: HomepageGoogle Maps

Google Maps

Registarsi su Google Maps

Registrare un’attività commerciale al Business Center di Google Maps può essere molto utile a fini della sua individuazione su Internet (se esiste il sito) e nel "mondo reale" dove è localizzato l’esercizio, facilmente rintracciabile attraverso le mappe di Google e le informazioni relative all’indirizzo. Utile a negozi, aziende, concessionarie, officine, potenzialmente ad ogni attività geolocalizzabile e dunque proponibile tra i risultati delle ricerche locali (local searches).
Ma per quale motivo è importante sfruttare questo servizio che è peraltro completamente gratuito?
Basta fare una ricerca, ad esempio concessionarie Milano, e risulta chiara l’importanza di una registrazione al Business Center.

serp-di-google
Escludendo i link sponsorizzati, nella Serp di Google tra i primi risultati offre proprio quelli di Google Maps. Ogni risultato è formato da due link uno al sito dell’esercizio se è stato inserito nella scheda, uno alla pagina con la mappa e le relative informazioni inserite in fase di registrazione. Se non s’inserisce un sito entrambi i link punteranno alla pagina singola di Google Maps.

Ma dal punto di vista pratico come si fa ad inserire la propria attività?

Il procedimento è molto semplice. Anzitutto bisogna creare un account google e iscriversi al Business Center. Dopodiché si passa alla fase di iscrizione vera e propria al servizio.
Le possibilità di creazione della scheda sono due.

1. Caricamento singolo esercizio




2. Caricamento collettivo - File Excel

file-excel-google-maps

Il caricamento collettivo prevede la creazione di File Excel con tutti i dati richiesti, dopodiché bisogna salvarlo in file .txt (unicode) e fare quindi l’upload del file. Il file può essere usato per un caricamento completo, un'aggiunta o un'eliminazione delle proprie sedi. Per ogni sede si deve scegliere un ID identificativo, come negozio1, negozio2, negozieMI, negozioRO. A seguire un esempio di file Excel con i dati da inserire.

Dopo l’inserimento dei dati della propria azienda per fare in modo che l’attività sia realmente disponibile bisogna verificarla.
Le verifiche possibili sono tre: SMS, chiamata telefonica o posta. Attraverso il canale scelto si riceverà un codice PIN che si andrà ad inserire poi nel Business Center.
A quel punto la registrazione è ultimata.

In fasi successive è possibile inserire foto e video, eventuali recensioni degli utenti.
Una critica che si può fare a google è quello dell’inserimento di annunci adsense all’interno delle schede e di un link nella mappa che magari finiscono per pubblicizzare la concorrenza.

Google prevede anche un sistema automatico di registrazione dei vari esercizi commerciali: i dati a cui fa riferimento vengono raccolti dalle Pagine Gialle. La procedura è evidentemente più lenta e non ottimizzata. Dopo l'accordo di marzo 2009 di Partnership tra Google Italia e Seat Pagine Gialle il sistema sarà probabilmente potenziato.

C’è un ultimo aspetto da valutare e per il quale è meglio non dimenticare la registrazione al Business Center.
Può succedere che la propria attività sia stata già inserita da qualcun altro, magari con tutti i dati giusti tranne il numero di telefono, per rubare clienti magari o spillare soldi sfruttando l’identità altrui. La truffa è sempre dietro l’angolo.

Ringraziamento: http://nicoguzzi.blogspot.it/

Go to top