Sei qui: HomepageBando CommercioFaq e chiarimenti

Faq: chiarimenti sul Bando Commercio 2013

FAQ per chiarimenti sul Bando Commercio 2013 della Regione Puglia

 

Non siete sicuri che la vostra attività sia finanziabile? Avete dubbi sull'ammissibilità di determinate voci di spese? Vi siete chiesti come predisporre la documentazione?
A poche settimane dal via del nuovo Bando Commercio (partenza il 4 marzo), con cui la Regione Puglia interviene a favore delle imprese esercenti commercio al dettaglio, con concessione di contributi a fondo perduto fino al 70%, vogliamo chiarire tutte le incertezze che possono nascere in considerazione del vostro specifico caso. Ecco dunque una serie di domande e risposte utili per fugare i vostri dubbi... e se doveste avere ancora domande, siamo a vostra completa disposizione.

Pubblichiamo qui di seguito una lista di quelle che sono le più importanti faq emerse in merito al Bando Commercio 2013:immagini faq

-(D) Il bando prescrive che alla data di presentazione della domanda di agevolazione, le imprese devono già essere iscritte al Registro Imprese. Pertanto cosa si intende per nuovo impianto?Nello specifico, una impresa già esistente ed esercente un'attività commerciale X, pùò presentare la domanda come nuovo impianto al fine di esercitare un'attività commerciale Y all'interno dello stesso locale? (quindi trattasi di variazione codice ATECO).

(R) Per nuovo impianto si intende l'apertura di un nuovo punto di vendita.L'aggiunzione di una nuova merceologia non rappresenta un nuovo impianto, ma può essere oggetto di agevolazione nei limiti e nelle previsioni del bando.

-(D) è possibile presentare domanda di agevolazione per l'apertura di un punto vendita self- service che utilizza distributori automatici da installare all'interno dell'unità locale oggetto dell'investimento?

(R) La domanda può essere presentata solo l'unità locale è classificabile esercizio di vicinato

-(D) Sono titolare di una braceria d'asporto dove effettuo la vendita di prodotti e bevande senza la somministrazione, vorrei sapere se rientro nella conformita' del regolamento per poter partecipare al bando e se no, se potessi partecipare per trasformare l'attivita' artigianale in commerciale, effettuando le dovute modifiche per effettuare la somministrazione.

(R) L'accesso al bando è riservato alle imprese che esercitano attività commerciale. Detto requisito è dimostrabile attraverso: - iscrizione camerale per l'attività esercitata; - titolo abilitativo (autorizzazione o comunicazione o SCIA) rilasciato o depositato presso il Comune competente per territorio. I requisiti devono essere TUTTI posseduti alla data della presentazione della domanda.

-(D) Le aziende che non sono in regola con il DURC possono presentare comunque un progetto di investimento oppure la mancata regolarità del DURC è causa di esclusione o inammissibilità?

(R) Non è prevista l'acquisizione del DURC in fase di presentazione della domanda. La regolarità del DURC deve sussistere al momento del pagamento del contributo.

-(D) Soono ammissibili alle agevolazioni del presente bando le seguenti attività:1. attività di lavanderia self service (a gettoni)2. attività di commercio nautico (natanti) non ubicata in centro cittatino

(R) 1- NO. L'attività di lavanderia self service (a gettoni) è artigianale2. - L'ubicazione dell'attività non è condizione di accesso al bando, ma deve trattarsi di un soggetto beneficiario come definito all'articolo 3 del bando

-(D) Si può partecipare come semplice associazione di commercianti o deve essere necessariamente in forma di ATI o CONSORZIO?In questo caso il programma di investimento, con il'agevolazione del 70% delle spese ammissibili, pari ad un massimo di 50.000 euro, è riferito alle singole attivià o all'associazione?

(R) L'associazione di via può partecipare al bando se regolarmente costituita con atto pubblicoregolarmente registrato alla data di presentazione della domanda. Il finanziamento viene concesso solo all'associazione e non al singolo partecipante.

-(D) una ditta individuale che svolge attività artigiana di pasticceria e attività secondaria di somministrazione alimenti e bevande (bar con annessa pasticceria) può accedere al bando commercio se gli investimenti riguardano esclusivamente l'acquisto di nuove attrezzature (bancone nuovo, vetrine, ecc) e ristrutturazione del bar?

(R) Per accedere al bando l'attività di somministrazione deve risultare nel certificato camerale e deve essere regolarmente autorizzata o comunque oggetto di regolare SCIA presso il Comune competente per territorio

-(D) VORREI SAPERE SE POSSONO BENEFICIARE LE ATTIVITA' CHE HANNO GIA' SOSTENUTO SPESE DOCUMENTANDO LE SPESE GIA' SOSTENUTE .

(R) NO. L'articolo 6.1 de bando stabilisce che sono ammissibili le spese effettuate a partire dal giorno successivo a quello di presentazione della domanda ed entro dodici mesi dalla data del provvedimento di concessione

-(D) Rientra tra le spese ammissibile l'acquisto di un furgone per l'attività di fioraio (cosegna a domicilio di fiori e piante).<

(R) No. Sono esclusi i mezzi targati

-(D) Tra le spese escluse ci sono "le spese per contratti di forniture di servizi di assistenza tecnica". Rientrano in tale tipologia anche le spese per i servizi di installazione dei macchinari acquistati?

(R) La spesa relativa all installazione dei macchinari acquistati è ammissibile, purché venga fatturata unitamente all'acquisto del relativo macchinario. Per spese per contratti di forniture di servizi di assistenza tecnica s intendono ad esempio i contratti di manutenzione, riparazione, revisione, aggiornamento, formazione, ecc

News dalla Regione

Sistema Puglia
    Go to top